IN ALTO IL DEFICIT!

https://paeseinmovimento.files.wordpress.com/2012/11/in-alto-il-deficit.pdf

Il 19 maggio 2012, il giornalista Paolo Barnard, che da diverso tempo sta diffondendo in Italia una teoria economica che restituisce agli stati la capacità di spesa, anche a deficit (da lui definita “a deficit positivo”), ha portato il Prof Warren Mosler a Venezia, dove ha tenuto una lezione-intervista curata dallo stesso Paolo Barnard. Nel corso dell’intervista il Prof Mosler chiarisce che, con una moneta creata direttamente e per primi dagli stati e con una banca centrale che risponda del suo operato al governo, sia possibile creare piena occupazione e nello stesso tempo finanziare la spesa dello stato senza che il deficit generi un problema né di default, né di inflazione.

Warren Mosler è uno dei maggiori esponenti e co-fondatore della teoria economica Modem Money Theory (MMT), una teoria economica che si inscrive nella tradizione chartalismo. Questa scuola di pensiero economico, poiché rovescia il punto di vista “classico” (quello secondo cui si devono diminuire i posti di lavoro e i salari per creare competizione, quello secondo cui la spesa pubblica è un costo e non una risorsa), é detta “eterodossa” e vanta alle sue spalle una lunga tradizione centenaria di economisti autorevoli. Parliamo di economisti assai conosciuti e riconosciuti ufficialmente e che hanno dettato le linee guida per l’economia in molti paesi e in molte situazioni di crisi, fin dai primi anni del 1900, dalla crisi del ’29 degli Stati Uniti, al secondo dopoguerra in Europa, al recupero di successo della crisi argentina del 2001, sebbene poi le applicazioni governative abbiano a volte tradito lo spirito della scuola. Citiamo alcuni dei padri fondatori: Abba Lerner, John Maynard Keynes, Hyman Minsky. La MMT ne é una derivazione, che fa proprio il punto di vista del funzionamento dei bilanci, dando una sua interpretazione, però, della regolamentazione della banca centrale. La MMT vanta diversi centri studi e collaborazioni in diverse università australiane ed europee. Le applicazioni sono immense e possono diversificarsi a seconda di chi le ponga in essere, ma comunque rendono possibile Piena Occupazione e spesa pubblica.

Oggi Warren Mosler è Distinto Ricercatore Associato del Center for Full Employment and Price Stabiliy (Centro per la Piena Occupazione e Stabilità dei Prezzi) dell’Università del Missouri, a Kansas City di cui è stato anche co-fondatore. È anche uno dei massimi conoscitori del funzionamento del sistema finanziario e monetario dei diversi paesi, cosa che gli ha permesso di diventare fin da ragazzo uno dei massimi giocatori e speculatori in borsa. In età matura, mette le sue conoscenze al servizio delle scienze economiche e della gente comune, affinchè si possa costruire un modello di gestione dell’economia senza i dolorosi e inutili sacrifici imposti alle popolazioni dalle scorrette (sia dal punto di vista teorico che della giustizia sociale) teorie perseguenti criteri di austerit)^ e tagli alla spesa pubblica. La drammatica recessione economica che si manifesta con una spirale di impoverimento, chiusura di aziende italiane, disoccupazione, è testimoniata da dati della Banca D’Italia, relazione annuale 2011, che certificano come dall’ingresso dell’Italia in zona Euro la produzione industriale dell’Italia, precedentemente la più alta in Europa, sia crollata all’ultimo posto. Le politiche di austerity, di pareggio e avanzo di bilancio, sono provvedimenti che aggravano questa situazione e sono distruttive del tessuto economico, anziché essere risolutive. Il Prof Warren Mosler interviene per fare luce sulle soluzioni possibili.

Paola Chini

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...